SINOSSI

I componenti di una banda (Talete, Alex, Greta, Nora, Ivan, Manuel)  si ritrovano  in un sottoscala a contare mazzette di denaro, frutto, ragionevolmente, di qualche impresa malavitosa. Tra i componenti della banda non mancano le battute sarcastiche e le prese in giro reciproche.

Talete, il loro capo, è un uomo deciso,  si sente quasi un filosofo e nel richiamare i suoi è sempre pronto ad impartire delle lezioni di vita. Nel gruppo è presente  Greta, una  donna apparentemente scontrosa e poco integrata,  che evidenzia, ben presto, il suo vero problema rappresentato dalla dipendenza con la droga.

Greta è la donna del capo, ma non sopporta la vita che conduce, da cui vorrebbe fuggire. Alex è innamorato di lei e Greta è attratta dal ragazzo. L’amore di Alex, rappresenta per Greta la fuga dalle sue debolezze.

Greta e Alex si incontrano in un bar di periferia, gestito da un loro amico,  e qui decidono di architettare un piano rischioso che consiste nel sottrarre l’intero bottino alla banda.

Purtroppo le cose non vanno come immaginato. Greta e Alex scappano con il bottino ma ben presto sono raggiunti dagli ex amici truffati.  Greta e Alex finiscono, a loro insaputa, in un luogo disabitato. Si tratta di una villa diroccata che abbiamo intravisto come sfondo durante il tragitto in macchina dei due.  L’atmosfera è buia, cupa. Appare evidente che il luogo nasconde una strana storia in quanto l’unica forma “di vita” è inizialmente rappresentata da alcuni giocattoli.

Diversi Flashback sui giocattoli, ci rivelano un legame che esiste tra la nostra eroina e le presenze che abitano il luogo. Queste portano alla luce, gli incubi di Greta, il suo tragico passato, facendo materializzare le sue paure ed ossessioni. La sua possibile fuga con Alex si intreccia e si confonderà tra la realtà e il sogno, ma la sua volontà di reagire sarà fermata dagli incubi emersi dal suo passato.

locandina.jpg

OBIETTIVO

Il progetto “Dentroilbuio” è nato dalla idea di un gruppo di amici accomunati da una grande passione: il cinema.
Coloro che hanno partecipato a questa avventura sono stati chiamati a contribuire con quanto di più prezioso è nella propria disponibilità: il tempo e le capacità professionali.
L’obiettivo è stato quello di realizzare, non un film autoriale né un fumettone a effetti speciali che non potrebbe certamente competere con le odierne realizzazioni, bensì un film d’intrattenimento, auspicabilmente ben girato.
L’obiettivo finale è l’essere riusciti a superare innumerovoli difficoltà, nell’intenzione di presentare un prodotto finito (a budget zero)  consapevoli che tutto ha rappresentato una sfida, un affronto agli schemi di lavorazione tradizionali che con i loro costi inaccessibili rappresentano una barriera insormontabile alla produzione di tali progetti.
Dopo varie vicissitudini, abbiamo potuto registrare il film in America alla WGAw (Writers Guild  of America, west).